REDAZIONALI

Kopron, un’azienda di logistica che guarda al futuro

KONTRACTOR BY KOPRON

La società è entrata in un nuovo mercato, quello della realizzazione di immobili.

Kopron, una società che commercializza da oltre 35 anni prodotti per la logistica, ha puntato, con la divisione Engineering, verso un nuovo mercato: quello del General Contractor. Perché questa scelta dal momento che il mercato è saturo di imprese di costruzioni? “In realtà spiega Camillo Mastrolorenzo, direttore tecnico della divisione – si tende spesso a confondere il General Contractor con la classica impresa generale di costruzioni. Parliamo, invece, di due realtà differenti che hanno un approccio al progetto, al cantiere e al cliente completamente diverso. Se l’impresa lavora su computi metrici estimativi, il General Contractor offre, invece, un servizio personalizzato partendo dalla destinazione d’uso dell’immobile da realizzare. Kopron Engineering lavora proprio così, mettendo al centro il cliente e i suoi bisogni. Il progetto, il prezzo e il planning si sviluppano di conseguenza. Kopron si è resa conto che, in un mercato altamente concorrenziale, ciò che può fare davvero la differenza, oltre alla qualità del prodotto, è il servizio. In Italia, i General Contractor si contano sulle dita di una mano e pochi sono disposti ad occuparsi di immobili di piccola-media taglia. Ed è proprio questo il target a cui mira Kopron Engineering”.

Questo modus operandi fa la differenza non solo da un punto di vista operativo ma anche da un punto di vista legale, in quanto il cliente si trova in una posizione estremamente tutelata. “Il contra- ente generale – spiega l’avvocato Germano Margiotta dello studio legale Margiotta&Partners – è colui che si assume la responsabilità sul progetto di costruzione. E’ una figura giuridica che risponde pienamente del risultato finale, che deve raggiungere all’interno di un perimetro ben definito, caratterizzato da tempi e da costi, attraverso la scelta dei mezzi considerati più idonei. Un approccio al cantiere di questo tipo presuppone necessariamente competenze di base di alto livello, in quanto il progetto deve essere analizzato nel minimo dettaglio e bisogna avere una conoscenza completa delle normative comunali, sovra comunali e amministrative in generale. Il classico imprenditore confonde spesso le figure del Project Manager, figura chiave di coordinamento in un General Contractor, con quelle del progettista e della direzione lavori. In realtà, parliamo di ruoli ben diversi e tra di loro incompatibili per conflitti d’interesse. Il cliente che sceglie un General Contractor riduce notevolmente i rischi di contenzioso, ma su questo punto, purtroppo, nel nostro paese, c’è ancora poca consapevolezza”.

Kopron Engineering si propone, quindi, come General Contractor puro nato per offrire alla clientela un servizio che sia il più completo possibile, non solo a contorno dei prodotti Kopron, ma orienta- to verso costruzioni più complesse, logistiche e non.

Questa filosofia di lavoro, infatti, può trovare applicazione in tutti i campi, un po’ come ha fatto Kopron Engineering che è partita dalla logistica per arrivare al direzionale e al retail, dove la cura del dettaglio assume un ruolo chiave per la buona riuscita del progetto. La nuova sede con punto vendita costruita per Serena&Manente a Favaro Veneto, Venezia, ne è un esempio. Pur non avendo mai lavorato nel retail, Kopron Engineering è stata scelta dal cliente e dal progettista, la società Sfre guidata da Filippo Salis, per la competenza dimostrata sin dalle prime fasi di gara. Una competenza che si è tradotta in qualità di costruzione durante la fase realizzativa, con il grande vantaggio per il cliente di essersi potuto concentrare sulla propria attività imprenditoriale. Questa realizzazione rappresenta bene la mission di Kopron Engineering: offrire un servizio di costruzioni chiavi in mano, di alta qualità, come General Contractor, anche per immobili di piccole e medie dimensioni, in ambito logistico, industriale, direzionale e commerciale.

IMMOBILIARE